SEI IN : AREE DI BISOGNO > Abitare > Ancora Papā
ANCORA PAPā

La Casa di Nonno Mario fa parte del progetto "Ancora papà" avviato nel 2012 quando attraverso il centro di ascolto Due Tuniche della Caritas Diocesana di Torino si è verificata la presenza di tanti papà separati che manifestavano non solo difficoltà economiche legate alla perdita del lavoro, ma anche problemi di autostima e di rapporto con i figli. Spesso, in seguito alla separazione i papà non riescono  più permettersi un affitto, e quindi non hanno spazi adatti per trascorrere del tempo insieme ai figli, da qui partiva la loro richiesta di aiuto.

"Fare casa" con i propri figli per un papà separato significa, essenzialmente, poter garantire ai figli uno spazio adeguato (sempre uguale), in cui poterli accogliere, in cui poter condividere degli oggetti, delle abitudini, in cui potersi ritrovare insieme, in cui i figli possano sperimentare, giorno dopo giorno, che, pur dietro l'inevitabile dolore conseguente ad una separazione, si può nascondere un'esperienza di vita nuova, altrettanto significativa.

Sono quindi due gli appartamenti messi a disposizione dalla Cooperativa Di Vittorio e da un privato per dare un segnale di vicinanza ai padri separati durante le ore di visita dei figli.

La Cooperativa Synergica, ente gestore del progetto, in continuità con alcuni progetti di accoglienza temporanea abitativa, accompagna i papà separati che non hanno un appartamento o un posto adatto, uno spazio in cui passare ore significative con i propri figli, in cui cucinare, guardare la televisione con loro, ricostruire l'atmosfera familiare perduta. Attiva in collaborazione con Caritas Diocesana, dove possibile, reti di supporto e servizi per poter offrire azioni di sostegno alle problematiche riscontrate durante gli incontri con i papà.

Dal 2012 la Casa di Nonno Mario ha accolto oltre 180 papà con i loro figli: padri che lavorano e poi dormono in auto o al dormitorio, disoccupati ma anche impiegati, operai, militari, … e  non solo torinesi… sono arrivati anche padri costretti a tornare nella propria regione d'origine, dai propri genitori, per la crisi economica.

Il progetto offre la possibilità di utilizzare l’appartamento completamente arredato  da poche ore a un  massimo 4 notti consecutive. E’ previsto un servizio di cambio biancheria.

I papà interessati potranno far richiesta attraverso una prenotazione telefonica (011.2072276-011.2073730 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18) o attraverso mail a casanonnomario@yahoo.it