SEI IN : BIB/DOC AREA STAMPA > Archivio articoli
ARCHIVIO ARTICOLI
Pubblicazione : 27/04/2015
EAPN: Commissione Europea in ritardo su Europa 2020
EAPN - ridL'European Anti-Poverty Network (EPN) ha inviato una lettera al presidente della Commissione Europea Jean –Claude Juncker segnalando con preoccupazione un «ritardo nell’analisi di metà percorso  della strategia Europa 2020 che, nonostante gli annunci, non verrà pubblicata fino alla fine del 2015». «Questo mostra – scrive EAPN - uno scarso livello di priorità e di serietà di impegno da parte della Commissione Europea nella lotta alla povertà».

La Strategia Europa 2020 mira a ridurre il numero di persone in povertà di almeno 20 milioni entro il 2020 ed è stato definito come una priorità fondamentale per la nuova Commissione, al fine di impostare una ripresa intelligente, sostenibile e inclusiva dalla crisi finanziaria. Il numero delle persone in povertà diretta è aumentato di sei milioni, dopo che la strategia Europa 2020, è stata messa in atto.

EAPN mette in dubbio l’impegno della Commissione rispetto agli obiettivi stabiliti e all’impegno assunto per un maggior coinvolgimento della società civile nel semestre europeo (il processo di monitoraggio degli obiettivi 2020).

«Il preoccupante ritardo – afferma ancora laa rete europea contro la povertà - «conferma la mancanza di visibilità della dimensione sociale di Europa 2020 visibile anche in altri atti della Commissione come il Piano investimenti o l’Analisi annuale della crescita».

EAPN esorta la nuova Commissione a confermare l'impegno dell'UE per la strategia Europa 2020 per una crescita inclusiva e sostenibile; impegnarsi nell'azione del «ascoltare di più» e «fare meglio»; mettere a sistema Europa 2020 nel Piano Investimenti, garantendo che gli biettivi sociali assurgano al ruolo di elementi prioritari nel Semestre europeo  a definire tempi certi per la revisione di metà percorso.

Approfondisci