SEI IN : COSA POSSIAMO FARE INSIEME > Dona il tuo tempo > Servizio Civile
SERVIZIO CIVILE

OGNI SCELTA CAMBIA LA VITA, QUALCUNA LA MIGLIORA

Con la sospensione della leva obbligatoria, il servizio civile è stato reso per legge (64/2001) volontario e aperto anche alle ragazze.

 

La Caritas italiana dal 1976 ("Evangelizzazione e Promozione umana") ha individuato l'obiezione di coscienza e il servizio civile sostitutivo per i ragazzi e l'anno di volontariato sociale per le ragazze come occasioni speciali di crescita nella gratuità e la nonviolenza; nella scia di questa esperienza ora viene proposto il Servizio Civile Nazionale (SCN) Caritas: un anno al servizio di chi fa più fatica, ma anche l'opportunità unica di dedicare un anno alla propria crescita personale, per approfondire i valori della gratuità, della solidarietà, della nonviolenza, della pace, della mondialità, della cittadinanza attiva e reimpostare la propria vita secondo questi valori.

Il Servizio Civile è uscire da sé per essere più consapevoli di sé e del mondo.

CHE COS'È IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE?

Un anno di grande valore formativo ed educativo, in cui è possibile valorizzare le proprie risorse, mettere a disposizione le proprie capacità, crescere professionalmente ed umanamente a fianco degli operatori a servizio della comunità (da "Guida al servizio civile sostitutivo e volontario", TESC, Città di Torino, marzo 2003, p.10).

CHI PUÒ SVOLGERLO?

Tutte le ragazze e i ragazzi, italiani o stranieri regolarmente residenti in Italia, di età compresa fra i 18 e i 28 anni.

CONCRETAMENTE?

Circa trenta ore settimanali per dodici mesi di servizio, durante i quali i serviziocivilisti ricevono un rimborso spese mensile pari a 433 euro, hanno un'adeguata copertura assicurativa e possono godere di crediti formativi e tirocini universitari.

COME ADERIRE?

Si aderisce al Servizio Civile rispondendo ai bandi periodici dell'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, presentando domanda presso un ente convenzionato e aver superato un colloquio coi responsabili del progetto specifico.

IL SERVIZIO CIVILE IN CARITAS TORINO

Gli elementi che caratterizzano la proposta Caritas, come già l'obiezione di coscienza e l'anno di volontariato sociale, sono il servizio e la formazione.

Il servizio a Torino è svolto presso enti e associazioni dell'universo ecclesiale ed è rivolto in particolare a minori in parrocchia e in strutture d'accoglienza, donne e madri in difficoltà (italiane e straniere), immigrati e profughi, disabili; è cura della Caritas Diocesana che i serviziocivilisti siano adeguatamente seguiti dai responsabili dei servizi presso cui operano.

La formazione si sviluppa su più livelli: i corsi di inizio, metà e fine servizio con le altre Caritas Diocesane della regionale, durante i quali i servizio civilisti provenienti da realtà diverse si possono confrontare, gli incontri sui temi relativi al servizio (comprese visite presso realtà no profit presenti sul territorio), e quelli per approfondire i temi della fede, della solidarietà, della pace. Un altro aspetto peculiare della formazione è l'accompagnamento spirituale e psicologico, per rielaborare le esperienze e le dinamiche singole e di gruppo. Rientra nella formazione anche l'impegno di far conoscere il servizio civile nei gruppi, nelle scuole, alle famiglie e ovunque se ne presenti l'occasione.

Per altre informazioni

Servizio Civile Caritas Diocesana di Torino - Referente: Graziella Fallo. Tel. 0110362601.  E-mail:g.fallo@diocesi.torino.it.

Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale: www.serviziocivile.gov.it

Pubblicazione : 12/09/2019
Selezioni progetto Servizio Civile “Sermig: una famiglia che accoglie 2020-Torino”
In allegato il calendario delle due fasi selettive, che si terranno il 5 e 6 novembre presso il Polo Animativo Paolo VI, Via Morgari 9, Torino. N.B. La mancata partecipazione ad una delle due fasi comporta l'esclusione. Calendario pubblicato alle ore 17 del 25 ottobre 2019.