COSA FA LA CARITAS
Coniuga servizio diretto e azione pedagogica, in modo che se ne evidenzi la specificità ma non se ne alimenti la separatezza.
Il primo deve fare emergere il secondo e questo deve emergere dal primo, in una simbiosi inseparabile che dà vita alla testimonianza di una fede che opera per la carità.
(Seminario Caritas Italiana "LA PREVALENTE FUNZIONE PEDAGOGICA" 20-21 settembre 2011)
COMUNICATI EVENTI REGALI SOLIDALI PANE NOSTRO CARITAS GIOVANI RASSEGNA STAMPA
IN EVIDENZA
«Pane Nostro 2019» ha promosso nelle classi delle scuole primarie, statali e paritarie, di Torino una colletta alimentare destinata alle persone e famiglie in condizioni di povertà.
Accogliendo con gratitudine i risultati positivi, l’Arcivescovo di Torino – mons. Cesare Nosiglia – ha voluto rilanciare l’iniziativa, per l’anno 2020, non solo nelle scuole primarie ma anche nelle scuole secondarie di primo grado, statali e paritarie. La raccolta di cibo sarà effettuata nella città di Torino secondo le modalità già sperimentate ed estesa anche al territorio diocesano purché in autonomia, rendendo disponibili gli strumenti formativi accessibili tramite il sito dedicato.
Le procedure per le adesioni delle Parrocchie e delle Scuole primarie e secondarie di primo grado si concluderanno il 17 gennaio 2020 per la Città di Torino e il 14 febbraio 2020 per l'extra Città.
Nei locali dell’Arcivescovado, nel centro di Torino, oltre al servizio di ospitalità notturna per persone senza dimora è attivo anche il centro diurno, prima situato in via Giolitti. Parlando con i responsabili dei due servizi emerge la volontà di “fare accoglienza”, che non si limita solo al posto letto o al piatto caldo ma che invece significa ascolto, solidarietà concreta, supporto, relazioni. L’aver concentrato in un unico luogo servizi diversi ma complementari, permette agli operatori di migliorare l’accoglienza e l’accompagnamento, rispondendo meglio ai bisogni espressi dalle persone. La sensazione è di una “comunità” piuttosto che di una semplice sommatoria di servizi.
Di questo tratta “La Voce Fuori Campo” di gennaio, pagina mensile pubblicata su “La Voce e il Tempo” a cura del laboratorio di comunicazione “Fuori campo”, avviato da Caritas Torino per persone senza dimora o in difficoltà socio-economiche.
Visualizza l'esito delle selezioni tenutesi il 5 e 6 novembre. Risultano idonei i candidati che hanno ottenuto un punteggio maggiore o uguale a 40.
La Drop House è un centro diurno aperto alle donne e ai bambini del quartiere Barriera di Milano, nella periferia nord di Torino, avviato nel 2011 dal Gruppo Abele per rivolgersi a quella cosiddetta “fascia grigia” aumentata esponenzialmente negli ultimi anni, in particolare a persone in difficoltà che non sono in carico ai servizi sciali. «Un luogo in cui sostare, equipaggiarsi e ripartire» lo descrivono i responsabili del progetto, che svolge un servizio ai cittadini più bisognosi e vulnerabili del quartiere. Soprattutto un importante lavoro di prevenzione verso i “penultimi”, per fare in modo che non diventino “ultimi”.
Di questo tratta “La Voce Fuori Campo” di dicembre, pagina mensile pubblicata su “La Voce e il Tempo” a cura del laboratorio di comunicazione “Fuori campo”, avviato da Caritas Torino per persone senza dimora o in difficoltà socio-economiche.
Coordinamento dei CdA
Disponibile il materiale relativo al Coordinamento dei Centri di Ascolto del 3 dicembre 2019.
«La speranza dei poveri non sarà mai delusa», III Giornata mondiale dei Poveri
«La speranza dei poveri non sarà mai delusa» (Sal 9,19). È il titolo del messaggio che Papa Francesco ha scritto per la terza Giornata mondiale dei Poveri che ricorre il 17 novembre 2019. Giornata istituita al termine del Giubileo della Misericordia per richiamare l’attenzione su chi si trova in condizione di povertà.
Progetto Comunità di pratica. Sentieri e saperi senza barriere.
Giovedì 19 settembre 2019 si è tenuta a Lanzo Torinese, nel salone ex ATL, la presentazione locale del progetto.
L'evento, realizzato in collaborazione con UNCEM e con il Patrocinio della Città di Lanzo e del Circolo ACLI di Lanzo, è stato un momento importante di condivisione con i sindaci e gli operatori del territorio.
Un abbraccio a Padre Gerry
Solare, sorriso sincero, amico affidabile, prete con il cuore di pastore, uomo aperto e attento, missionario instancabile. Sono solo alcune delle più immediate caratteristiche che hanno reso padre Gherardo Armani – per tutti Padre Gerry – un grande compagno di viaggio nel seguire il Signore che si manifesta nei suoi poveri. Ora si è addormentato nelle braccia del Padre dopo un anno trascorso in compagnia della malattia che lo ha reso ancora più longilineo, ma che non lo ha vinto.
Presentato in Caritas Italiana il documento con l’esito della riflessione svolta e il nuovo vademecum per i Centri di Ascolto, contenente gli elementi essenziali e le attenzioni da avere per il lavoro di un Centro.
Pubblichiamo attraverso queste pagine l'articolo del dott. Maurizio Motta che presenta una breve rassegna dei provvedimenti che la legge di conversione 28 marzo 2019, n. 26 -Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittandinanza- annuncia. (www.welforum.it 15 aprile 2019)
Comunicazioni privacy centri di ascolto
Ricordiamo a tutti i centri di ascolto non collegati al sistema informativo Matriosca che possono richiedere il materiale inerente la privacy richiedendolo all'indirizzo mail caritas@diocesi.torino.it
I centri di ascolto collegati al sistema informativo possono scaricare il materiale attraverso l'account di Matriosca.