COSA FA LA CARITAS
Coniuga servizio diretto e azione pedagogica, in modo che se ne evidenzi la specificità ma non se ne alimenti la separatezza.
Il primo deve fare emergere il secondo e questo deve emergere dal primo, in una simbiosi inseparabile che dà vita alla testimonianza di una fede che opera per la carità.
(Seminario Caritas Italiana "LA PREVALENTE FUNZIONE PEDAGOGICA" 20-21 settembre 2011)
COMUNICATI EVENTI RISCOPRIRE MISERICORDIA DONA PER EMERGENZA ASCOLTO FRATERNO CARITAS GIOVANI
IN EVIDENZA
Ritorna «Riscoprire Misericordia»
Moduli di Formazione Caritas Regione Piemonte e Valle d'Aosta per volontari e operatori dei servizi di carità. Il percorso di formazione, già realizzato nel mese di luglio, viene ripresentato per approfondire temi, metodi e strumenti dell’agire Caritas a partire dal suo mandato pastorale: essere testimonianza di Carità.
4a Giornata Mondiale dei Poveri
15 novembre 2020
Domenica 15 novembre prossimo la Chiesa ci chiede di celebrare, per la quarta volta, la Giornata Mondiale dei Poveri, istituita da Papa Francesco al termine del giubileo della Misericordia.
Gli anticorpi della solidarietà
Report Caritas Italiana
Il nuovo rapporto di Caritas Italiana dal titolo "Gli anticorpi della solidarietà", pubblicato in occasione della Giornata mondiale di contrasto alla povertà (17 ottobre), cerca di restituire una fotografia dei gravi effetti economici e sociali dell’attuale crisi sanitaria legata alla pandemia da Covid-19.
«La vera relazione non può mai essere unidirezionale, non credo alla relazione di aiuto ma di scambio. Oggi, però, sono preoccupata per il futuro delle relazioni» dice Giacomina Tagliaferri, tra i fondatori e coordinatrice per 25 anni dell’associazione Opportunanda che a Torino rappresenta un riferimento importante per le persone senza dimora o in difficoltà socio-economiche. In questo periodo di pandemia, infatti, lo scambio è inteso soprattutto come rischio di contagio, così si introducono distanziamenti, barriere fisiche e psicologiche. Una situazione difficile per tutti, ma ancor più per chi solo attraverso le relazioni può uscire dalla solitudine e dall’isolamento della povertà, della strada. Le relazioni decidono la qualità della vita, privarsene sarebbe drammatico. Di questo tratta “La Voce Fuori Campo” di ottobre, pagina mensile pubblicata su “La Voce e il Tempo” a cura del laboratorio di comunicazione “Fuori campo”, avviato da Caritas Torino per persone senza dimora o in difficoltà socio-economiche.
La Presidenza CEI mette a disposizione un milione di euro dai fondi 8x1000. Chi volesse contribuire può utilizzare anche il canale di Caritas Diocesana Torino. Nel documento sono riportate le coordinate bancarie.
Servizi di carità dalla fase due dell’emergenza Covid-19
La delegazione delle Caritas di Piemonte e Valle d'Aosta fornisce alcuni suggerimenti e indicazioni
Passi di speranza
Lettera dell'Arcivescovo agli ospiti
Messaggio di vicinanza dell'Arcivescovo Mons. Cesare Nosiglia, mentre inizia la ripartenza dopo la pandemia, a quanti vivono situazioni di povertà e emarginazione
LEGGI LA LETTERA
GUARDA IL VIDEO
Da lunedì 4 maggio il lockdown ha iniziato lentamente ad allentarsi e le nostre comunità hanno ripreso le attività, anche se con modalità differenti da prima. Il Direttore Pierluigi Dovis fornisce alcune indicazioni in merito.
GUARDA IL VIDEO
Tre riflessioni su Mondialità e Immigrazione
Schede di riflessione e animazione preparate dal Gruppo Regionale Mondialità e Immigrazione della nostra Delegazione piemontese. Si tratta di strumenti che possono aiutare, anche i momenti di grave difficoltà, a non dimenticare lo sguardo ampio che un operatore di Carità deve avere e deve saper promuovere nelle comunità.
Ascolto fraterno
L’Arcidiocesi di Torino, con Caritas Diocesana e Ufficio di Pastorale della Salute, ha attivato un servizio di ascolto telematico mediante la casella di posta elettronica ascoltofraterno@diocesi.torino.it
Alla casella dedicata possono scrivere tutti coloro che desiderano condividere le proprie fatiche e che cercano un conforto spirituale.
Città e Diocesi – Caritas, parrocchie, mense, emergenza anziani e servizi del Comune sono mobilitati per chi è in difficoltà: pubblichiamo un piccolo vademecum da diffondere
L’emergenza legata alla diffusione del COVID-19 oltre che sanitaria, sta diventando sempre più sociale. Colpisce soprattutto chi già viveva situazioni di difficoltà o di fragilità, creando nuove situazioni di povertà. Accanto al lavoro encomiabile di medici e infermieri, le Caritas diocesane, grazie all’inesausto impegno dei volontari, non cessano di garantire i propri servizi...
XXXI Giornata Caritas
Servire i piccoli fa diventare grandi
Sabato 21 marzo nell'occasione dei 40 anni della Caritas Torino si svolgerà la XXXI Giornata Caritas. A causa della situazione che il nostro paese sta attraversando le modalità sono cambiate.
Rilanciamo l'appello rivolto alle parrocchie da parte dell’Arcivescovo di Torino e Amministratore apostolico di Susa sulla problematica dei senza fissa dimora presenti nei dormitori.
Comune di Torino
Numero verde della Protezione civile per sostenere le persone in difficoltà
La Protezione civile della Città di Torino, in collaborazione con i Servizi sociali, ha messo a disposizione il proprio numero verde 800444004 a tutti coloro che hanno necessità di qualsiasi tipo (consegna spesa, portare a spasso il cane, andare in farmacia) e si trovano nell’impossibilità di muoversi da casa o di appoggiarsi ad altre persone.
Il Servizio emergenza anziani (Sea) «Crocetta» di Torino (via Cassini 14) per venire incontro alle esigenze delle persone anziane, che per preservare la salute devono rimanere al proprio domicilio come richiesto dal decreto del presidente del Consiglio del 9 marzo 2020, ha attivato un servizio di consegna gratuita della spesa, di generi di prima necessità e di medicinali dietro prescrizione medica.
«La carità ha bisogno del riconoscimento dei diritti perché altrimenti diventa azione fine a se stessa. Caritas ha questo compito, spesso definito di “advocacy” e che invece credo sia qualcosa di più, perché non consiste semplicemente nel patrocinare i diritti delle persone ma invece lavorare per la giustizia, visto che non si esaurisce in essi».
Istituita il 5 febbraio 1980 la Caritas Diocesana ebbe come primo Direttore Don Piero Giacobbo.
Il testimone passa quindi a Don Baravalle e da 20 anni è guidata da Pierluigi Dovis.
WAY OUT - Guida ai servizi della Città di Torino
Caritas Torino è partner di un progetto mirato al sostegno di persone in uscita da percorsi detentivi.
E' disponibile il primo strumento informativo per l'orientamento in città.
Presentato in Caritas Italiana il documento con l’esito della riflessione svolta e il nuovo vademecum per i Centri di Ascolto, contenente gli elementi essenziali e le attenzioni da avere per il lavoro di un Centro.
Pubblichiamo attraverso queste pagine l'articolo del dott. Maurizio Motta che presenta una breve rassegna dei provvedimenti che la legge di conversione 28 marzo 2019, n. 26 -Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittandinanza- annuncia. (www.welforum.it 15 aprile 2019)
Comunicazioni privacy centri di ascolto
Ricordiamo a tutti i centri di ascolto non collegati al sistema informativo Matriosca che possono richiedere il materiale inerente la privacy richiedendolo all'indirizzo mail caritas@diocesi.torino.it
I centri di ascolto collegati al sistema informativo possono scaricare il materiale attraverso l'account di Matriosca.