SEI IN : BIB/DOC AREA STAMPA > Archivio articoli
ARCHIVIO ARTICOLI
Pubblicazione : 02/09/2017
Dodicesima giornata per la custodia del Creato
Si è celebrata il 1 settembre la dodicesima edizione della Giornata per la custodia del Creato, indetta in coincidenza con il capodanno ortodosso (in omaggio al Patriarca di Costantinopoli Dimitrios I che nel 1989 invitò a pregare e a riflettere sulla responsabilità  della Chiesa nei confronti dell’opera di Dio) e rafforzata da Papa Francesco nel 2015 con la “Laudato sì

Il messaggio annuale a nome della Conferenza Episcopale Italiana per la Giornata è stato inviato da tre Commissioni episcopali (Commissione per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, la custodia del creato, Commissione per l’ecumenismo e il dialogo, Commissione per la cultura e le comunicazioni sociali).

Il messaggio che ha per tema “Viaggiatori sulla terra di Dio, contiene cinque elementi-chiave

Essere «sulla terra di Dio» implica il riconoscimento della «mano provvidenziale nella creazione»; essere dei «viaggiatori» porta con sè il tema della «provvisorietà» e del «passaggio in terra come pellegrinaggio verso una meta più grande».

Vi è poi il tema specifico scelto per l’anno in corso: il turismo che deve essere «sostenibile» e capace di contribuire alla cura della casa comune e della sua bellezza» e vi è infine l’invito a «diffondere e far crescere la cultura della cura affinché davvero la terra sia sempre più ospitale per tutti».

Messaggio della CEI