SEI IN : BIB/DOC AREA STAMPA > Archivio articoli
ARCHIVIO ARTICOLI
Pubblicazione : 25/05/2014
Fondi CEI per l'alluvione in Bosnia
Durante la sessantaseiesima Assemblea dei Vescovi italiani, la Presidenza della Cei ha stanziato 500.000 euro come aiuto e segno di vicinanza della Chiesa italiana verso la popolazione colpita dalla disastrose inondazioni che hanno devastato la Bosnia-Erzegovina, la Serbia e parte della Croazia.

Le alluvioni hanno colpito più di un quarto della popolazione; secondo Zlatko Lagumdija, ministro degli esteri bosniaco, ci sarebbero nel Paese più di 100.000 tra case ed edifici inagibili e un milione di persone è rimasto senza acqua corrente; gli sfollati sarebbero almeno 500.000, mentre in Serbia 25.000. Al momento i morti accertati sarebbero 50 (30 in Bosnia, 20 in Serbia, 1 in Croazia), ma c’è la reale preoccupazione che il numero possa aumentare quando le acque si ritireranno.

Concreti segnali di solidarietà arrivano anche da 19 Paesi membri dell’Unione Europea, che hanno inviato risorse e messo a disposizione circa 400 operatori umanitari attraverso il meccanismo di protezione civile dell’Ue.

Per saperne di più